The GreenWatcher | Scegli la sostenibilità quotidiana

Abbiamo incontrato Amina Mauro di The GreenWatcher, un portale che si occupa di permettere alle aziende di misurare la propria sostenibilità ambientale e di ridurre il proprio impatto, ma non solo…

 

The GreenWatcher_Scegli la sostenibilità quotidiana

 

SenzaSpreco: Come nasce The GreenWatcher?

Amina Mauro: The GreenWatcher è un progetto nato a Firenze alla fine del 2014, elaborato grazie all’applicazione e all’approfondimento dei risultati di una ricerca inerente la misurazione della sostenibilità ambientale degli spazi allestiti, effettuata con l’Università di Firenze e con la Regione Toscana.

§: Cosa fa The GreenWatcher?

A.M.: Con il nostro portale forniamo alle aziende uno strumento totalmente self service e online per misurare scientificamente la propria attenzione all’ambiente e per comunicarla al pubblico in modo semplice, trasparente e comprensibile. Ci rivolgiamo a tutte le attività commerciali aperte al pubblico: negozi, ristoranti, alberghi, ma anche discoteche, centri benessere… insomma tutti esercizi dove le persone entrano e interagiscono con il luogo stesso.

§: The GreenWatcher è attento alla lotta contro il fenomeno dello spreco alimentare?

A.M.: Certo! Oltre a essere eticamente inaccettabile, il food waste costituisce anche una grossa percentuale della produzione dei rifiuti urbani. Le stime europee parlano di circa il 5%! La nostra Eco-Valutazione (cioè la misurazione della eco-sostenibilità dell’azienda) prende quindi in considerazione la gestione delle eccedenze alimentari, con delle domande specifiche nell’area della gestione dei materiali e dei rifiuti. Se vengono effettuate iniziative per il recupero del cibo l’Eco-Score cresce, perché l’attività aumenta il suo livello di eco-sostenibilità.

§: Perché un’azienda dovrebbe scegliere the GreenWatcher?

A.M.: L’attenzione verso la sostenibilità ambientale è ormai un fenomeno consolidato e trasversale,  ma purtroppo spesso in mondo caotico. Non esistono standard condivisi per dimostrare che la propria attività è eco-sostenibile, anzi per alcune categorie commerciali non ne esistono proprio! Allo stesso tempo i consumatori non hanno strumenti di scelta e confronto sulla base di criteri di eco-sostenibilità. Con noi le aziende  trovano uno strumento di misurazione della propria eco-sostenibilità che diventa una base solida per il miglioramento e la gestione sostenibile della propria attività, e allo stesso tempo hanno modo di promuoversi tra i consumatori che cercano il green negli acquisti e nelle scelte quotidiane.

 

Sticker

 

§: Quali e dove sono le aziende che hanno aderito?

A.M.: Abbiamo ristoranti, alberghi, bed&breakfast, negozi, piccole attività artigianali etc. Si trovano in Italia, in Europa – specialmente nel Nord – e negli USA. Diverse aziende, tra cui molte attività ricettive, hanno anche aderito dal Sud America.

§: Qualche esempio?

AM: La più “esotica” è forse un eco-lodge in Nicaragua, in mezzo alla foresta vergine. A Firenze ce ne sono tante; per non fare preferenze, è meglio che ognuno consulti il sito o la App! Ci sono anche i Green Coupon offerti dalle attività green che aspettano gli utenti eco-sostenibili!

Con un’iniziativa incentrata sulla sostenibilità e sulla riduzione dei rifiuti – anche alimentari! – come The GreenWatcher  non potevamo che istituire una collaborazione. Quindi a tutte le aziende facenti parte della rete SenzaSpreco viene offerto un coupon sconto per la registrazione sulla piattaforma di The GreenWatcher del 70%! Scriveteci per maggiori informazioni o contattate direttamente The GreenWatcher.

Jacopo Visani

 

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>